Sentieri e itinerari Valsesia - CAI


< torna indietro

 278 
Punta Sivella o Ciciozza


Tetti di Campertogno - Punta Sivella



Comune: Campertogno



Codice catasto: 278


Partenza: Tetti di Campertogno, a metri 827
Arrivo: Punta Sivella a metri 2523



Stato del sentiero: Percorribile regolarmente
Tempo di percorrenza: 5 ore e 15 minuti
Dislivello: 1696 metri


Sentiero Punta Sivella o Ciciozza


» la via normale, quella maggiormente percorsa per salire alla Punta Sivella. L'itinerario offre scorci paesaggistici interessanti. Dapprima tocca le quattordici edicole che illustrano la vita di Maria Vergine, le due chiesette della Madonna degli Angeli e del Callone, poi il magnifico pianoro dell'Argnaccia (dove alcune casere sono state ristrutturate per residenza estiva), l'agglomerato del Cangello e quindi il Campo dei Frei e l'Alpe Vasnera, ancora frequentata dai pastori. Sulla vetta, cara agli abitanti di Campertogno, Ť eretta una cappella con una croce dove ogni anno si celebra una festa religiosa. La Punta della Sivella che si eleva tra la Valle Artogna e la Val Sassolenda, tributaria della Val Gronda di Rassa, grazie alla sua altitudine, offre un panorama estesissimo.

Il percorso ha inizio da Tetti m 827 frazione di Campertogno situata subito al di lŗ del ponte sul Sesia, al centro del paese; attraversata la borgata, ci si porta su un pianoro con prati e qualche orto. Si imbocca la mulattiera fiancheggiata da muretti, si accosta la prima delle cappellette che si susseguiranno per un buon tratto. Al termine del pianoro la mulattiera inizia a salire, valica un ruscello su un ponticello e si porta sulla rupe dove sorge l'Oratorio della Madonna degli Angeli. Ci si mantiene sul dorso di uno sperone che scende dal contrafforte del Sasso Bruciato m 1521, si passa tra i casolari dei Selletti m 975, (un antico affresco Ť presente su una casa detta "del Notaio") e si giunge al bivio con l'itinerario 72, che si lascia a destra. Il nostro percorso si inoltra ora nel bosco, riattraversa il ruscello su dei pietroni, continua sulla bella mulattiera, sempre fiancheggiata dalle cappellette e perviene ad uno spiazzo creato su un dirupo sul quale Ť stata eretta anticamente la chiesetta della Madonna del Callone m 1092 (ore 0,45). Qui termina la serie delle edicole votive dedicate a Maria Vergine. Il percorso supera poi un bosco di faggi e giunge poco dopo sul ripiano dell'Argnaccia ore (0,15-1) m 1183, dove a sinistra si stacca il bivio 78a che conduce ad uno dei gruppi di baite dell'alpeggio. Su questo ampio altopiano morenico sorgono diversi casolari contornati da verdi prati e da frassini sparsi che caratterizzano con i monti circostanti il paesaggio. Il nostro percorso, fiancheggiato da muretti e boschetti di conifere, accosta l'Alpe Cima m 1260 sulla cui sinistra lascia l'itinerario 78b che porta al Becco della Guardia e giunge poco dopo al Cangello m 1364 (ore 0,30-1,30), con una fontana e un'antica chiesetta. Nei pressi della stessa un segnavia indica la direzione da seguire; l'itinerario attraversa verso sinistra i prati di Cangello, aggira un dosso per entrare nel Vallone Massero, supera le baite di Campo di Frei m 1477, prima di introdursi in un bosco di abeti e larici e guadagnare la Sella m 1583 da cui si spazia sulla Valle Artogna (ore 0,45-2,15). Tra rododendri e qualche sparuto abete la via si sviluppa sul fianco meridionale della valle con moderata salita e giunge all'ampia Alpe Vasnera m 1731 (ore 0,30-2,45). Da questo alpeggio, ancora frequentato, ha inizio l'itinerario 78c che porta al Passo di Vasnera.
Il nostro sentiero invece prosegue quasi in curva di livello, attraversa una colata di detriti e aggira tutta l'ampia conca morenica, passa dal Fontanone e affronta la forte salita sul lungo dosso. Prima su prato, poco dopo su pietraie e macchie di vegetazione, con faticoso percorso si guadagna il ripido canalino che immette alla cresta a N della cima. Aggirando sul versante opposto alcuni roccioni, si raggiunge la Punta Sivella m 2523 (ore 2,30-5,15).


Note:

» questa la via maggiormente percorsa per salire sulla Punta Sivella, dove ogni anno si celebra una festa religiosa con Santa Messa. Da Campertogno al Cangello l'itinerario segue uno dei "Sentieri dell'arte".
La segnaletica presente sui sentieri mantiene in parte i vecchi numeri (es. 71) non ancora aggiornati secondo il recente Catasto regionale che prevede numeri con tre cifre (es. 271, ecc).


Consigli tecnici:


Il percorso Ť adatto a tutti fino al Cangello, semplice e appagante offre spunti di interesse artistico oltre che naturalistico. Successivamente diventa un sentiero per escursionisti. Infine nella parte alta, pur senza pericoli o difficoltŗ, per la lunghezza e il dissesto del sentiero si ritiene adatto a camminatori allenati.


Pubblicazioni:


Guida degli itinerari escursionistici della Valsesia - Vol. 2į-Foglio 4.
IGC carta 10 Monte Rosa, Alagna e Macugnaga.
IGM foglio Campertogno 30 III NO.
Guida dei Monti d'Italia CAI-TCI - Alpi Biellesi e Valsesiane.


Link: http://www.comune.campertogno.vc.it/ComSchedaTem.asp?Id=22484
il collegamento si apre in una nuova finestra

Sito del Comune di Campertogno con descrizione e approfondimenti dell' itinerario fino a Cangello


Traccia GPS: sentiero_278_278.zip
clicca per scaricare il file, formato standard GPX per navigatori GPS


Traccia KMZ: sentiero_278_278.kmz
clicca per scaricare il file, formato KMZ




Percorribile regolarmente
Tipologia: Escursionistico
Categoria: Prati, pascoli, tratti boschivi
Difficoltŗ: E - Escursionisti
Periodo consigliato: Primavera-Estate-Autunno

Incrocia il sentiero: 272 - Raccordo sentiero 278 - sentiero 271A visualizza
Incrocia il sentiero: 278A-78a - Alpe Argnaccia dal sentiero 278 visualizza
Incrocia il sentiero: 278B - 78B - Becco della Guardia visualizza
Incrocia il sentiero: 278C - 78C - Alpe Vasnera - Passo di Vasnera visualizza
Si collega con il sentiero:: 274A - Punta Sivella o Ciciozza visualizza

Altri incroci e collegamenti:


I sentieri nei collegamenti segnalati con uno o piý # non sono ancora disponibili.


Ultimo rilievo sentiero effettuato il: 08-08-2012

< torna indietro
< torna alla pagina sentieri

> scegli una ZONA
> visualizza TUTTI i sentieri inseriti nel sito

Attenzione: Leggi le note e condizioni d'uso per i sentieri online. Verificate sempre l'apertura dei rifugi indicati sul tragitto e le condizioni meteorologiche.

Vai alle pagine >>


CAI