Sentieri e itinerari Valsesia - CAI


< torna indietro

 280-80 
Colle dei Caretti


Colle dei Caretti.



Comune: Mollia



Codice catasto: 280


Partenza: Chiesa di Boccorio, a metri 1010
Arrivo: Colle dei Caretti a metri 2337



Stato del sentiero: Percorribile regolarmente
Tempo di percorrenza: 4 ore e 30 minuti
Dislivello: 1327 metri


Sentiero Colle dei Caretti


Ascensione in ambiente selvaggio, che offre ottimi scorci panoramici; la mulattiera per Valpiana desta notevole interesse nell'escursionista per la sua ardita costruzione.

L'itinerario inizia dalla strada 299 tra le Frazioni di Curgo e Boccorio, subito a valle dell'oratorio di questa località m 1010. Si imbocca il greto di un torrente normalmente asciutto e subito lo si lascia per seguire il sentiero in un bosco di betulle e noccioli. Si alternano tratti di sentiero ad altri di mulattiera ottimamente costruita, indispensabili per superare i tratti rocciosi del percorso. Si entra nel vallone del Rio di Curgo e lo si risale su un tracciato che collega diverse cenge che rompono la verticalità del percorso, attraversando diverse volte il Rio (sorgente). Dopo il canalone, il sentiero percorre un bosco di faggi, raggiunge poi una rada abetaia e tocca il piccolo terreno prativo dell'Alpe Giacetto m 1635. Nei pressi un grande abete rosso (peccia) caratterizza questo tratto di percorso. Il sentiero, con ampie curve, raggiunge un dosso panoramico ed aggira uno spuntone roccioso con un mirabile tratto di sentiero, il Passo della Cricca m 1892 (ore 2.30). Si entra quindi nel Vallone di Valpiana con un lungo traverso su di una cengia dal percorso altalenante; si passa sotto i ruderi dell'Alpe Casera Vecchia m 1926 e tagliando il pascolo, si arriva all'Alpe Valpiana m 1966 (ore 0.30-3). Il già citato baitello esistente nell'alpeggio può ricoverare, in caso di necessità, quattro persone. All'alpe si stacca a sinistra l'itinerario 280A (80A) che guida al Colle del Vallé. Il sentiero prosegue nell'ampia conca perdendo leggermente quota, valica il torrente che scende dalla Cima dei Caretti e senza attraversare il successivo corso d'acqua si lascia a destra l'evidente sentiero 281 (81) che aggira tutta la conca verso il Passo degli Ometti e il Colle delle Tirette. Si risalgono su buone tracce di sentiero i primi risalti, poi le tracce si diradano e si affronta direttamente la salita in direzione dell'evidente intaglio del Buco del Tono, fin sotto una piccola bastionata rocciosa nera. Si volge allora a destra superando uno spuntone, quindi su pendio gradualmente più ripido si guadagna il sentiero poco sotto la cresta, seguendo il quale, verso destra, si arriva al Colle dei Caretti m 2337 (ore 1.30-4.30).
Il colle è situato su di una cresta quasi uniforme con cime poco evidenti e una serie di bocchette che non consentono la discesa sul versante opposto, tranne appunto il Colle dei Caretti da cui l'itinerario 323 scendeva nella Valle di Nonai, attualmente non più segnalato e il cui sentiero è praticamente scomparso. Si sconsiglia pertanto di affrontarne la discesa. Il Colle è posto tra la Cima dei Caretti m 2365 (di poco rilievo) a ovest e la Punta Laghetto o delle Tirette m 2381 a est.


Note:

Il sentiero è segnalato ma poco oltre l'Alpe Valpiana si riduce a scarse tracce che si confondono con quelle degli animali al pascolo su di un pendio prativo dove la segnaletica è di difficile individuazione.
Quella presente sui sentieri mantiene in parte i vecchi numeri (es. 80) non ancora aggiornati secondo il recente Catasto Regionale che prevede la numerazione con tre cifre (es. 280, ecc).
Nella parte inferiore, fino al passo della Cricca, l'itinerario si svolge in un ambiente selvaggio di grande suggestione. L'ampia conca dell'Alpe Valpiana è una piacevole sorpresa, quasi una valle perduta nascosta nel cuore dell'alpe.


Consigli tecnici:


Il percorso fino a Valpiana, al di là dell'arditezza del tracciato, non presenta difficoltà se non in caso di neve o di pioggia eccessiva. Oltre Valpiana, l'ampiezza del territorio può facilmente indurre in errore e l'assenza di un evidente sentiero (tracce di animali percorrono ovunque il versante della montagna) può rendere difficile districarsi in caso di nebbia. Il colle non è particolarmente evidente, i pendii prativi non danno segni di riferimento e in alcuni punti sono notevolmente ripidi.


Pubblicazioni:


Carta escursionistica VALSESIA CAI Varallo-Geo4map - quadro Nord-Ovest - quadro Sud-Ovest.
Guida degli itinerari escursionistici della Valsesia CAI Varallo Vol. 2 carta 4. IGM foglio 30 IV SO Rima S.Giuseppe - foglio 30 III NO Campertogno.
IGC carta 10 Monte Rosa, Alagna e Macugnaga.
Guida dei Monti d’Italia - CAI-TCI – Monte Rosa (G.Buscaini).


Traccia GPS: sentiero_280-80_catasto_280.zip
clicca per scaricare il file, formato standard GPX per navigatori GPS


Traccia KMZ: sentiero_280-80_catasto_280.kmz
clicca per scaricare il file, formato KMZ




Percorribile regolarmente
Tipologia: Escursionistico
Categoria: pascoli, pietraie
Difficoltà: EE - Escursionisti Esperti
Periodo consigliato: Primavera-Estate-Autunno

Incrocia il sentiero: 280A - 80A - Colle del Vallè dall'Alpe Valpiana visualizza
Incrocia il sentiero: 281 - 81 - Bocchetta delle Tirette o di Grega visualizza
Si collega con il sentiero:: 323 non segnalato - Colle dei Caretti visualizza

Altri incroci e collegamenti:


I sentieri nei collegamenti segnalati con uno o più # o * non sono ancora disponibili.


Ultimo rilievo sentiero effettuato il: 23-09-2015

< torna indietro
< torna alla pagina sentieri

> scegli una ZONA
> visualizza TUTTI i sentieri inseriti nel sito

Attenzione: Leggi le note e condizioni d'uso per i sentieri online. Verificate sempre l'apertura dei rifugi indicati sul tragitto e le condizioni meteorologiche.

Vai alle pagine >>


CAI