Sentieri e itinerari Valsesia - CAI


< torna indietro

 547 
Rimella - Altemberg per la Bocchetta delle Vacche (Kihefurku)


Rimella - Altemberg per la Bocchetta delle Vacche (Kihefurku)



Comune: Rimella



Codice catasto: 547


Partenza: Rimella , a metri 1182
Arrivo: Altemberg a metri 2394



Stato del sentiero: Percorribile regolarmente
Tempo di percorrenza: 3 ore e 30 minuti
Dislivello: 1212 metri


Sentiero Rimella - Altemberg per la Bocchetta delle Vacche (Kihefurku)


È l'itinerario più semplice e corto per salire alla cima dell'Altemberg. Inizialmente era stato previsto solo fino alla Bocchetta delle Vacche, che collega Rimella con la zona del Lago del Capezzone, utilizzata dai pastori, ma poco pratica come traversata, essendo preferibile la più semplice e corta via della Bocchetta di Campello.

Il percorso inizia nei pressi della chiesa parrocchiale di Rimella m 1182, insieme all'itinerario 546 che si lascia a sinistra poco dopo, nei pressi dell'oratorio di S.Nicolao della frazione Prati. Si continua invece in salita per raggiungere la frazione Villa Superiore m 1333 (ore 0.20), percorrendo l'antica mulattiera contornata da alcune belle cappellette. Con la costruzione della nuova strada carrozzabile per S.Gottardo, questa prima parte del percorso può essere evitata raggiungendo direttamente Villa Superiore col proprio automezzo. Uscendo dal villaggio, il sentiero riprende nei pressi del lavatoio, dapprima tra prati, affiancando il serbatoio in cemento dell'acquedotto comunale e poi sotto le conifere situate sul lato occidentale della bella abetaia che lo sovrasta e che lo protegge dalla valanghe. Dopo breve tratto però si ritorna alla scoperto deviando a sinistra, attraversando la depressione che si forma sotto lo Stutz, propaggine erbosa occidentale scendente dal Pizzo o Blatte, che divide la conca di Scarpiola dalla valle dell'Henderwasser. Proseguendo in sensibile salita si arriva ad un'ampia zona pascolosa dominante l'alpe Scarpiola, visibile più in basso. Il pascolo è intercalato da brughiera alpina con brugo, mirtillo nero e rododendro, fioritissima in estate e che in autunno assume delle meravigliose tonalità rossastre, piacevoli e rilassanti. Si procede su sentiero quasi pianeggiante in direzione della parte centrale della valle, dominata in alto dalla mole dell'Altemberg. Poco prima di arrivare al Rio Scarpel si incrocia nuovamente il sentiero 546 proveniente dall'Alpe Scarpiola. I due percorsi si fondono per attraversare il corso d'acqua e dopo un centinaio di metri si separano nuovamente (ore 1.10-1.30). Lasciato definitivamente a sinistra il 546, il nostro itinerario sale a destra una china erbosa portandosi all'alpe Casera Alta (Obrechsre) m 1740. L'alpeggio composto da quattro baite, a differenza del vicino Pianaronda, è ancora in discreto stato di conservazione. Lo si lascia, proseguendo in piano a destra, attraversando il greto di un ruscello e salendo subito una china di erba e sassi fino all'altezza del piccolo serbatoio in cemento dell'acquedotto di servizio all'alpe. Spostandosi a sinistra e continuando diagonalmente in sensibile salita, ci si porta verso il centro del canalone che scende dalla vetta dell'Altemberg, lo si attraversa nei pressi di una gola rocciosa mediante una scalinata, in parte naturale e in parte artificiale, uscendo sulla sella erbosa (1850 m circa). Si entra ora nella parte terminale del ripido pendio di pascoli e pietraie, salendo il crinale roccioso centrale e l'erto pendio finale che prelude al valico. Con un ultimo strappo si raggiunge la Bocchetta delle Vacche o Kihefurku m 2224 (ore 1.30-3), situata sulla cresta che congiunge il Pizzo o Blatte m 2276 alla vetta dell'Altemberg. Si scende per un breve tratto sul versante opposto, quindi si devia a sinistra e per un sentierino si sale ad una selletta poco più alta a nord (la cresta diretta pone qualche passaggio alpinistico). Da qui, seguendo la cresta, si raggiunge con facilità la cima dell'Altemberg m 2394 (ore 0.30-3.30).
Dalla vetta si può godere di un grandioso panorama sul Monte Rosa, con le pareti sud ed est, su numerose cime svizzere, sull'Ossola e sulla Valsesia. Dalla Bocchetta delle Vacche volgendo a sud si può raggiungere in circa mezz'ora la Cima del Pizzo o Blatte, tenendosi alternativamente ora su uno ora sull'altro lato della cresta. Scendendo invece sul versante opposto si arriva al Lago del Capezzone e al vicino Bivacco Abele Traglio della Sezione C.A.I. di Omegna. Il sentiero poi divalla a Campello Monti, alla fine della strada della Val Strona. Il Lago del Capezzone è raggiungibile anche seguendo un sentiero proveniente dalla Bocchetta di Campello, attraverso le alpi Calzino e Capezzone e proseguendo verso la cima del Capezzone 2421 m.


Note:

Il sentiero è attualmente segnalato.


Consigli tecnici:


Il percorso attraversa pascoli ripidi; è lungo, non difficile, ma richiede attenzione. I canali sotto il colle in caso di innevamento possono essere pericolosi.


Pubblicazioni:


Carta escursionistica VALSESIA CAI Varallo-Geo4map - quadro Nord-Est.
Guida degli itinerari escursionistici della Valsesia CAI Varallo Vol. 4 carta 3.
IGM foglio 30 IV SE Fobello - Foglio 30 IV NE Bannio - Foglio 30 I NO Rumianca.
IGC carta 10 Monte Rosa, Alagna e Macugnaga.
Guida dei Monti d’Italia - CAI-TCI – Alpi Biellesi e Valsesiane.


Traccia GPS: sentiero_547_catasto_547.zip
clicca per scaricare il file, formato standard GPX per navigatori GPS


Traccia KMZ: sentiero_547_catasto_547.kmz
clicca per scaricare il file, formato KMZ




Percorribile regolarmente
Tipologia: Escursionistico
Categoria: pascoli, pietraie
Difficoltà: E - Escursionisti
Periodo consigliato: Primavera-Estate-Autunno

Si collega con il sentiero:: 546 - Rimella - Alpe Biserosso per la Sella di Vegliana visualizza

Altri incroci e collegamenti:


I sentieri nei collegamenti segnalati con uno o più # o * non sono ancora disponibili.


Ultimo rilievo sentiero effettuato il: 01-07-2011

< torna indietro
< torna alla pagina sentieri

> scegli una ZONA
> visualizza TUTTI i sentieri inseriti nel sito

Attenzione: Leggi le note e condizioni d'uso per i sentieri online. Verificate sempre l'apertura dei rifugi indicati sul tragitto e le condizioni meteorologiche.

Vai alle pagine >>


CAI