Sentieri e itinerari Valsesia - CAI


< torna indietro

 501 
Pizzo Tracciora


Pizzo Tracciora da Cervatto



Comune: Cervatto



Codice catasto: 501


Partenza: Fr. Giavina di Cervatto, a metri 993
Arrivo: Pizzo Tracciora a metri 1917



Stato del sentiero: Percorribile regolarmente
Tempo di percorrenza: 3 ore
Dislivello: 924 metri


Sentiero Pizzo Tracciora


È l'itinerario consueto di salita al Pizzo Tracciora da Cervatto, percorso discretamente lungo ma di grande varietà e interesse.

Dal centro di Cervatto m 993 si percorre la strada principale che porta all'interno del Vallone del Cervo. Si passano le frazioncine di Cadvilli e Cadiano e si arriva a Giavina m 1043, da dove partono diversi itinerari (ore 0.15). Il 507 a destra porta alla Madonna del Balmone, il 503 diritto ai Prati Rossi e a Villa Banfi, mentre a sinistra il nostro itinerario, in moderata discesa valica il torrente Cervo a quota m 962 sul bel ponte in pietra per risalire a Oro Negro m 1027, agglomerato rurale posto proprio di fronte a Cervatto, con un passato di stazione sciistica (ore 0.15-0.30). Lasciato a destra l'itinerario 502, il sentiero si mette ora a salire attraversando prati e pascoli entro il valloncello del rio Cervasola seguendo in parte la pista e raggiunge l'Alpe e la Sella di Camplasco m 1359 (ore 0.45-1.15), comunicante con il Vallone della Meula, dove si può scendere attraverso il sentiero 576. Si svolta destra e si afferra la boscosa dorsale nord-orientale scendente dal Pizzo e la si sale all'ombra di conifere e latifoglie, con prevalenza di faggio, larice e abete bianco, tenendo il filo di cresta. A quota 1606 m si incontra una bella costruzione battezzata Villa Danise, ma piu conosciuta ovunque come Villa Banfi (ore O.45-2). A questa località si perviene anche attraverso il sentiero 503 che prende avvio dai Prati Rossi. Ora in terreno più aperto si sottopassa l'Alpe Oro dell’Asino m 1661. Tra pascoli e arbusti prevalentemente di rododendro il sentiero si tiene sotto il filo di cresta sul versante del Vallone della Meula. Si lascia a destra la diramazione non segnalata che porta all'Alpe Corti 1568 m, e poi alla località Prati Rossi. Ci si alza verso la dorsale che scende dalla cima, lasciando in basso l'Alpe Masaroli e per pendio di prati si raggiunge la cima del Pizzo Tracciora m 1917 (Ore 1-3).
II Pizzo Tracciora, situato nella parte centrale della Valsesia, permette una estesa visione che spazia dalla pianura fino alle cime del Monte Rosa. Scendendo sul versante opposto per l'itinerario 400 si raggiunge Rossa in Val Sermenza, mentre sulla dorsale verso Nord l'itinerario 397 porta alla Bassa del Cavaione.


Note:

Il sentiero è attualmente segnalato.


Consigli tecnici:


Il percorso non presenta difficoltà particolari, ma può essere pericoloso nel tratto finale in caso di innevamento.


Pubblicazioni:


Carta escursionistica VALSESIA CAI Varallo-Geo4map - quadro Nord-Est.
Guida degli itinerari escursionistici della Valsesia CAI Varallo Vol. 4 carta 3.
IGM foglio 30 IV SE Fobello.
IGC carta 10 Monte Rosa, Alagna e Macugnaga.
Guida dei Monti d’Italia - CAI-TCI – Alpi Biellesi e Valsesiane.


Traccia GPS: sentiero_501_catasto_501.zip
clicca per scaricare il file, formato standard GPX per navigatori GPS


Traccia KMZ: sentiero_501_catasto_501.kmz
clicca per scaricare il file, formato KMZ




Percorribile regolarmente
Tipologia: Escursionistico
Difficoltà: E - Escursionisti

Incrocia il sentiero: 507 - Madonna del Balmone visualizza
Incrocia il sentiero: 502 - Oro Negro - Taponaccio visualizza
Incrocia il sentiero: 503 - Giavina - Villa Banfi visualizza
Incrocia il sentiero: 576 - Sella di Camplasco visualizza
Si collega con il sentiero:: 400 - Pizzo Tracciora visualizza

Altri incroci e collegamenti:


I sentieri nei collegamenti segnalati con uno o più # o * non sono ancora disponibili.


Ultimo rilievo sentiero effettuato il: 24-09-2012

< torna indietro
< torna alla pagina sentieri

> scegli una ZONA
> visualizza TUTTI i sentieri inseriti nel sito

Attenzione: Leggi le note e condizioni d'uso per i sentieri online. Verificate sempre l'apertura dei rifugi indicati sul tragitto e le condizioni meteorologiche.

Vai alle pagine >>


CAI