Sentieri e itinerari Valsesia - CAI


< torna indietro

 363 
Alpe Vallè Piat (Cima Pianone)


Campo Ragozzi - Alpe Vallè Piat (Cima Pianone)



Comune: Rimasco



Codice catasto: 363


Partenza: Rimasco Fraz. Campo Ragozzi, a metri 1164
Arrivo: Cima Pianone a metri 2020



Stato del sentiero: Percorribile regolarmente
Tempo di percorrenza: 2 ore e 20 minuti
Dislivello: 856 metri


Sentiero Alpe Vallè Piat (Cima Pianone)


Questo itinerario è facilmente percorribile. Oltre l'alpe Vallè Piat non esiste più sentiero, la segnaletica è del tutto assente e per raggiungere Cima Pianone occorre procedere a vista.

Punto di partenza dell'itinerario è l'abitato di Campo Ragozzi 1197m, frazione di Rimasco situata poco a monte della strada provinciale 124, dopo il ponte sul Torrente Egua, a monte di Ferrate.
Si attraversa in salita il paesello e ci si incammina sulla bella mulattiera, lasciando a sinistra il sentiero che conduce ai casolari di "Sul Sasso" m 1410. Si entra nello stretto vallone del Portile, si percorre per un tratto la riva destra del torrente che forma numerose cascatelle, ed in breve si raggiunge l'alpe La Presa 1414m (ore 0.30). Si continua a salire, senza attraversare il torrente, fino ad uscire in un ampio pascolo, si lascia sulla destra il sentiero che, passando dall'alpe Portile, conduce alle Bocchette del Rosso (itinerario 364) e del Cardone (itinerario 365), entrambe comunicanti con la Val Mastallone. Volgendo a sinistra si giunge quasi subito all'alpe Mazzuccone 1650m, posta su di un dosso erboso (ore 0.40-1.10). Il sentiero fin qui ben evidente prosegue su tracce a monte dei casolari, con un ampio tornante, si lascia a sinistra il sentiero per l'alpe La Gula inoltrandosi invece nel vallone dove scorre un affluente del Mazzuccone. Al termine di un'erta salita si arriva all'alpe Vallé Piat 2020m, situata in posizione panoramica su Ferrate e Rimasco (ore 1.10-2.20).


Note:

Qui si ferma l'itinerario segnalato. Più oltre il sentiero scompare completamente, con percorso non obbligato su ripidi pendii erbosi del versante sud, si può oltrepassare l'ampio circo soprastante l'alpeggio e raggiungere la Cima Pianone 2354m (ore 1.20-3.40), alta su Carcoforo. È questo il rilievo più a occidente delle Piovatte d'Egua, lunga dorsale con diverse punte che prosegue poi verso sud-est con la Cresta delle Dorce formando un ampio vallone dai fianchi ripidi, prevalentemente erbosi. L'opposto versante che guarda verso l'Alpe Egua è roccioso e dirupato ed è solcato da alcune vie di interesse alpinistico. Dalla Cima Pianone si gode un bel panorama sull'Alta Val d'Egua, sul Monte Rosa, sullo Stralhorn e sulle altre montagne della vicina Svizzera.


Consigli tecnici:


Fino all'Alpe Vallé Piat il percorso è escursionistico, mentre successivamente diviene per escursionisti esperti.


Pubblicazioni:


Guida “Alta VALSESIA” Cai Varallo-Geo4Map Carta escursionistica Valsesia - n.4 quadro Nord-Ovest – Cai Varallo-Geo4Map.
Carta escursionistica Valsesia - n.3 quadro Nord-Est – Cai Varallo-Geo4Map.
IGM foglio 30 IV SO Rima S.Giuseppe - Foglio 20 IV SE Fobello.
IGC carta 10 Monte Rosa, Alagna e Macugnaga.
Guida dei Monti d’Italia - CAI-TCI – Monte Rosa (G.Buscaini).


Traccia GPS: sentiero_363_catasto_363.zip
clicca per scaricare il file, formato standard GPX per navigatori GPS


traccia fino all' Alpe Vallé Piat

Traccia KMZ: sentiero_363_catasto_363.kmz
clicca per scaricare il file, formato KMZ


traccia fino all' Alpe Vallé Piat



Percorribile regolarmente
Tipologia: Escursionistico
Categoria: pascoli, pietraie
Difficoltà: E - Escursionisti
Periodo consigliato: estate-autunno

Incrocia il sentiero: 364 - Bocchetta del Rosso visualizza
Incrocia il sentiero: 365 - Bocchetta del Cardone visualizza

Altri incroci e collegamenti:


I sentieri nei collegamenti segnalati con uno o più # o * non sono ancora disponibili.


Ultimo rilievo sentiero effettuato il: 26-08-2015

< torna indietro
< torna alla pagina sentieri

> scegli una ZONA
> visualizza TUTTI i sentieri inseriti nel sito

Attenzione: Leggi le note e condizioni d'uso per i sentieri online. Verificate sempre l'apertura dei rifugi indicati sul tragitto e le condizioni meteorologiche.

Vai alle pagine >>


CAI