Rifugio Abate Antonio CARESTIA al Corno Bianco


Italiano Italiano   English English   German - Deutsch Deutsch   France - Francais - French Français   Espanol - Spanish Español

UN BALCONE SULLA VAL VOGNA - SULLA VIA DEL CORNO BIANCO


Rifugio Abate Antonio CARESTIA al Corno Bianco

Metri 2201 slm
All’alpe Pile, Val Vogna, Comune di Riva Valdobbia

Posti: 24 - Locale invernale: si - Posti invernale: 4

Locale invernale con 4 posti letto sempre aperto situato nel sottosuolo ed accessibile da una botola situata in posizione riparata sul pianerottolo antistante la porta d'ingresso estiva.


Contatti: Rifugi Monterosa +39 348 1415490 tutti i giorni dalle 8:00 alle 20:00
E-mail: info@rifugimonterosa.it    -   Sito: www.rifugimonterosa.it

Il CAI Varallo ha dato in gestione Margherita, Gnifetti, Carestia e Pastore a Rifugi Monterosa MBG srl.
E-mail: info@rifugimonterosa.it - Web: www.rifugimonterosa.it
richiedi prenotazione on-line - online hut booking - zimmeranfrage Hütte - reservations refuges


Apertura


Apertura invernale: Locale invernale da 4 posti
Apertura estiva: 2017: aperto 24/25 giugno, dal 1 luglio fino al 3 settembre aperto tutti i giorni, aperto 9/10 settembre.

Funziona con servizio di rifugio. Contattate Rifugi Monterosa per le date precise di apertura per la stagione.


Tariffe per la stagione 2017


Mezza pensione: € 55 per persona
Mezza pensione Guida Alpina UIAGM: € 30
Bed & Breakfast: € 35 per persona
Mezza pensione bambini 6-10 anni: € 30 per bambino
Mezza pensione bambini 0-5 anni: gratis


Contattate Rifugi Monterosa per dettagli e informazioni



Descrizione Rifugio Abate Antonio CARESTIA al Corno Bianco



Rifugio Carestia

Raggiungibile da RIVA VALDOBBIA, frazione Ca' di Janzo, ore 3 (itinerario 1 e 2)

Rifugio di nuova costruzione, edificato sulla preesistente baita dell'Alpe, sulla via normale del Corno Bianco attraverso il Vallone del Rissuolo.

Sala bar ristorante, 30 posti letto singoli e in dormitorio comune, servizi e docce comuni con acqua calda e fredda, illuminazione elettrica.


RIFUGIO ABATE ANTONIO CARESTIA NEL NOME DI UN EMERITO BOTANICO

Da quando il vicino punto d’appoggio del Rissuolo era diventato pericolante (possibilità di caduta pietre) la sezione aveva preso in considerazione di riadattare la baita dell’alpeggio delle Pile. La donazione di un’ampia porzione di terreno da parte dei Signori Ravelli diede l’opportunità di costruire il nuovo rifugio. Costruito sui ruderi della baita, il rifugio ha mantenuto le caratteristiche di una costruzione di montagna. E’ stato inaugurato il 9 luglio 1995

Ricorda l’Abate Antonio Carestia, di Riva Valdobbia, vissuto tra il 1825 ed il 1908, profondo conoscitore della flora alpina, scopritore di numerose specie botaniche.



Itinerari, escursioni, traversate o ascensioni possibili



Traversate:
A Gressoney La Trinitè per il passo del Rissuolo
A Gressoney St. Jean per il passo dell’Alpetto

Ospizio Sottile al colle di Valdobbia m 2480 attraverso il passo dell’Alpetto m 2774 (itinerario 2a) ore 2.30.

Il rifugio è posto sul percorso dell’ Alta via Tullio Vidoni che compie il periplo del Corno Bianco. Percorso escursionistico molto impegnativo.



Ascensioni:
Itinerario n. 2 attraverso l'Alpe Rissuolo (già punto di appoggio, ora dismesso) ai Laghi Bianco m 2332 (ore 0.30) e Nero m 2672 (ore 1.30).

Al Corno Bianco m 3320 attraverso il passo dell’Artemisia (via normale) ore 2.30

Alla Punta Ciampono
Alla Cresta Rossa



Fotografie






Pagina aggiornata il 22-12-2016
I dati di questa pagina sono stati inseriti e/o modificati dall'utente: -webmaster-




CAI