Programma gita / escursione / trekking - Visualizza dettagli...



       << Torna indietro


29  MAGGIO 2011

Giornata Nazionale della Segnaletica



Località: Cervatto - Sella Bassa del Cavaione m 1748



Appuntamento di tipo: altro

Organizzata da Comm. Segnaletica


Ore 8 – Ritrovo a Cervatto e proseguimento a piedi per Cadvilli, Cadiano, Giavina, quindi sul sentiero 503 per Prati Rossi, Oro delle Balme, Oflino, Bassa del Cavaione.

Lungo il percorso si provvederà al rifacimento della segnaletica, posa dei cartelli, pulitura del sentiero e mappatura con Gps. Pranzo al sacco lungo il percorso.

Per informazioni, contatti: Responsabile della Commissione, tel. 347 1595862.





<< Torna indietro

Scheda aggiornata il 16-05-2011 - Dati inseriti/modificati dall'utente: Comm. Segnaletica





Giornata Nazionale della Segnaletica

Resoconto inserito il 06-06-2011

Da qualche anno il Club Alpino indice una giornata dedicata alla pulitura ed alla segnaletica dei sentieri., al fine di sensibilizzare i frequentatori della montagna. Lo spopolamento delle terre alte ha portato inevitabilmente all’abbandono di tutta una rete di sentieri che portava non solo alle cime delle nostre montagne, ma a tutta una miriade di alpeggi, collegandoli tra loro non solo in senso verticale, dal basso in alto, ma anche in senso orizzontale raccordando i diversi fianchi delle valli e mettendo in relazione gli opposti versanti delle dorsali montuose. Un tempo la vita in alpeggio, per quanto dura, non era una vita solitaria e l’alpigiano non era una persona che viveva isolato.

Alcune di questi itinerari sono stati da tempo segnalati e mantenuti con alterna fortuna dal Club Alpino per mezzo della sua Commissioni Sentieri e Segnaletica. I collaboratori di questa commissione operano a carattere volontario e senza fini di lucro e non può che far estremamente piacere quando si può ottenere la collaborazione di persone locali, come è accaduto in occasione delle giornate dei sentieri, che si sono svolte quest’anno nell’ultimo fine settimana di maggio.

Sabato 28, in collaborazione con il Sindaco di Mollia e di alcuni abitanti dello stesso paese della nostra valle, abbiamo provveduto alla pulizia ed alla segnaletica del sentiero n. 83 che da Mollia porta alla Sella Alta del Sajunchè o Alpe Campo a 2047 metri, con il Punto d’appoggio. E’ stato segnalato l’itinerario che passa da Selletto, Bulei e Pianello, più diretto e sicuro del vecchio sentiero che nel tratto alto è diventato pericoloso. Oltre ai sette volontari del Cai c’erano quattro collaboratori locali tra cui il Sindaco. Ci hanno accompagnato due famigliari di Maurizio Maggioni, il ragazzo caduto poco sopra la stessa alpe sulla via del Sajunchè nel 1997. Il gruppo è salito alla targa per un breve ricordo. Il percorso è ora segnalato, operazione importante soprattutto nella parte alta, sui prati della punta Massarei, dove il sentiero è più incerto.

Domenica 28 si sono potute effettuare due uscite contemporaneamente. La prima da Cervatto alla Bassa del Cavaione m. 1748, aderendo alla richiesta dei gestori delle due strutture operative del Seccio e di Oro delle Balme, al fine di facilitare il collegamento tra il vallone del Cervo, appunto da Cervatto e quello del Cavaione verso Rossa e Boccioleto. Il gruppo era composto da quattro nostri collaboratori, due componenti della Commissione Punti d’Appoggio, e quattro provenienti dalla Sottosezione Cai di Varano Borghi. Dal versante opposto cinque persone di Boccioleto, con alla testa il nuovo sindaco, hanno risalito la val Cavaione e, raggiunta la “Bassa” (tale solo di nome) sono scesi incontro al nostro gruppo. E’ stato ripulito e segnalato il sentiero n. 506 che da Giavina di Cervatto per Prati Rossi, sottopassando Oro delle Balme, raggiunge Oflino, affianca l’Alpe Le Coste e con un tratto più faticoso raggiunge il colle. In particolare l’ultimo tratto ha richiesto un duro lavoro di zappa e motosega, in gran parte svolto dagli amici di Boccioleto, giunti prima sul posto. Ora il collegamento è effettuabile su sentiero evidente e agli escursionisti non resta che percorrerlo, possibilmente usufruendo delle strutture del Seccio e di Oro delle Balme che facilitano gli avvicinamenti e del punto d’appoggio Cai-Comunità di Rossa dell’Alpe Cavaione.

La seconda uscita si è svolta a Rimella sull’itinerario n. 550 da S.Gottardo alla Bonda Piatta m. 1930 posta sulla dorsale del Capio, percorso che permette di evitare il celebre canalino sul versante nord della montagna, talvolta impegnativo. Il sentiero inizia a S.Gottardo e toccando Wan, Wersc, Sinanecca, con largo giro raggiunge il colle della Bonda Piatta. Hanno partecipato a questa uscita 5 nostri volontari ed un socio abitante a S.Gottardo. Anche questo itinerario, piuttosto lungo, ha richiesto l’intera giornata di lavoro.

In conclusione possiamo ritenere buono il risultato delle due giornate, il tempo bello ma ancora discretamente fresco ha facilitato il lavoro. E’ stato lo sforzo corale della Commissione che si è dedicata ad un due giorni di grande impegno. Un ringraziamento ai collaboratori che, dopo un’impegnativa “campagna” primaverile si sono fatti carico di due giornate certo non facili e tranquille, nonché ai collaboratori locali che con il loro affiancamento ci hanno dato sprone ad intervenire. Dove c’è la possibilità di queste sinergie anche il lavoro dei soci Cai è notevolmente facilitato. Un ringraziamento infine agli amici di Varano Borghi, un Cai di pianura che non si limita a camminare nella nostra valle ma che ogni anno dedica una giornata anche al lavoro e alla collaborazione. Sappiamo bene che tutto questo non è sufficiente a mantenere la nostra rete di sentieri e che molto di più si dovrebbe fare e forse a volte anche meglio. Tuttavia solo la collaborazione dei soci e la sinergia con le istituzioni e con i locali puo portare a migliorare questo nostro lavoro.



Inserito/modificato dall'utente: Comm. Segnaletica






Fotografie della gita

 

Sella alta del Sajunché
Sella alta del Sajunché
Bassa del Cavaione
Bassa del Cavaione
gruppo collaboratori Boccioleto
gruppo collaboratori Boccioleto
Bonda Piatta di Rimella
Bonda Piatta di Rimella
 

 

Tutte le foto sono (C) dei rispettivi autori e non possono essere riprodotte o utilizzate diversamente senza consenso. Le foto rappresentano luoghi visitati o eventi pubblici organizzati e sono inserite unicamente a scopo culturale e divulgativo delle iniziative.




<< Torna indietro

> vai al calendario gite CAI Varallo


In questa pagina trovate indicazioni generali sulla gita, trekking o escursione: i programmi dettagliati verranno esposti di volta in volta nelle bacheche della Sezione/Sottosezioni e pubblicati di norma sui settimanali locali. Informatevi presso la sede o le sottosezioni CAI per informazioni.


I programmi e le date delle gite e trekking potranno essere modificati per motivi organizzativi o di forza maggiore. Informatevi sempre per la prenotazione, l'iscrizione e i dettagli della gita.
Dai singoli programmi di gite e trekking saranno rilevabili le caratteristiche dell'itinerario, con particolare riguardo a quelli che richiedono dai partecipanti una certa preparazione alpinistica e buon allenamento. Alcuni itinerari possono richiedere una specifica preparazione e conoscenza delle tecniche alpinistiche. I partecipanti iscrivendosi alle gite sociali accettano i rischi impliciti nella pratica della montagna e danno pertanto il più ampio discarico di responsabilità al C.A.I. per infortuni che avessero a verificarsi durante la gita.

CAI Valsesia Monte Rosa programma gita escursione trekking


CAI