Programma gita / escursione / trekking - Visualizza dettagli...



       << Torna indietro


08  MAGGIO 2016

clcloescursionistica



Località: Lago d'Orta Gozzano



Appuntamento di tipo: Escursionistica + MTB

Organizzata da Sottosez. Grignasco


" PEDALANDO TRA I DUE LAGHI".
Ritrovo: ore 8.00 piazzale Scuole Grignasco . Partenza con auto proprie per INVORIO INF.
================
Sviluppo percorso circa 35 km su strade sterrate, sentieri e su strade asfaltate con poco traffico.
Difficolta: BC (minimo allenamento e capacita' di guida su sentieri sconnessi).
Pranzo al sacco .
Tempo di percorrenza ore 5.00(comode).
Capo Gita: VURRO GIUSEPPE.
=================
I NON soci C.A.I. devono comunicare l’adesione entro il 05 maggio, comunicando nome, cognome e data di nascita ai fini assicurativi.
Per informazioni farmaciaclivati@libero.it oppure Pino 0163417448.
Graziano 015737478( ore ufficio) cell. 3357020126.
e-mail: grignasco@caivarallo.it
Il consiglio Direttivo

Per informazioni, contatti: grignasco





<< Torna indietro

Scheda aggiornata il 01-0 - Dati inseriti/modificati dall'utente: Sottosez. Grignasco





clcloescursionistica

Resoconto inserito il 01-09-2016

Gruppo partecipanti alla ciclo escursione PEDALANDO TRA DUE LAGHI del 08 maggio 2016.

Commento

Oggi mi sono unito alla piacevole compagnia degli amici facenti parte del CAI di Grignasco (e simpatizzanti - https://www.facebook.com/cai.grignasco/), per questo bel tour in zone che già conosco bene.

Organizzatori della gita di oggi sono Graziano e... un grande Pino: spirito giovane in un corpo... un pò meno e che mi ha positivamente impressionato per la sua energia (spero di arrivare anch'io alla sua età con tutte quelle forze).

Alcune precisazioni sulla traccia caricata:

in realtà il giro fatto oggi si è svolto in senso orario ma, a mio giudizio, è molto meglio in senso inverso (così come caricato).

Questa scelta evita il tratto iniziale a freddo molto duro per la Madonna del Barro e a fine giro permette di godere della bella deviazione (sempre dalla Madonna del Barro) sul trail della "Bisa-Bosa" (nella descrizione che segue informazioni più dettagliate).

Inoltre le salite risultano meno impegnative (anche se tratti duri non mancano).

I punti di interesse principali di questo dunque sono:

- il panorama sul Lago Maggiore, di Varese e Comabbio e la vista sul Monte Falò e Mottarone dal Monte Cornaggia;

- la bella balconata panoramica a Ovest verso il Monte Rosa a Cassano;

- la chiesa di Santa Maria Annunziata (o Madonna del Barro);

- il trail Bisa-Bosa.

Qui le foto del tour: http://www.mtb-mag.com/…/hashtag/MonteCornaggiaCAIGrignasco/

Il tour nel dettaglio:

Si parte da Invorio Inferiore verso Invorio, Invorio Superiore, Silvera. Si raggiunge Colazza dove si prende l'E4/E5 e poi l'F1 per Fosseno (passando per il lavatoio).

Qui si percorrono tratti su strade bianche e trail nei boschi, arrivando poi a prendere l'H2 in impegnativa salita verso l'Alpe Airola.

Usciti nuovamente su asfalto, si gira a sx per prendere poi in salita la "dorsale V" verso il Monte Cornaggia.

Qui vi consiglio (come da traccia) di fare l'impegnativa salita (con bici inevitabilmente da spingere o portare) verso la vetta, da dove si ha un bellissima vista panoramica a 360° su questa bella zona di Verbano. Si scende verso dx su pendio impegnativo, ma molto divertente, verso il Giogo del Cornaggia.

Precisazione: se volete evitare la sfacchinata (ma ve ne pentirete) rimanete sulla Dorsale V fino al Giogo del Cornaggia.

Da qui si alternano tratti in piano, discese veloci e altre più tecniche fino alla Cappella del Vago crocevia di numerosi sentieri della zona.

Da Cappella del Vago si prende direzione Cassano con una bella balconata sul Monte Rosa.

Si ritorna sulla Dorsale V in direzione Pecorino e Madonna del Barro (altra corta deviazione).

Da qui tornati nuovamente sulla Dorsale V due scelte: staccarsi poco più avanti sulla sx per il trail Bisa-Bosa, o stare sulla strada bianca principale. Le due tracce si ricollegano a valle alla fine dell'ultima ripida discesa.

Io consiglio la Bisa-Bosa curata dagli amici "Le Volpi d'Invò" (http://www.volpinvorio.com/).

Una rapida presentazione della Bisa-Bosa: è la vecchia mulattiera, in origine l’unica strada che permetteva di raggiungere il complesso del Monte Barro da dove domina la chiesetta del 1484.

E' lungo 2,2 km. e non presenta passaggi particolarmente difficili ma si invita sempre alla massima prudenza.

Nell’insieme è caratterizzato da un dolce flow, in alcuni tratti anche veloce e con un paio di rilanci dove aver gamba può aiutare. Si inizia con un paio di S nel bosco e dopo aver superato un ripido si entra in una serie di curve scavate dal tempo ma divertenti. Si entra poi nel veloce flow, dove far correre la bici sarà un vero spasso. Gobbette e saltini naturali rendono il tutto ancora più piacevole. Oltre la metà ecco il rilancio che sembra non finire mai, il preludio all’ultima veloce discesa, un piano per prender velocità e giù sui tornantini, veloci e tecnici che vi porteranno all’uscita affacciata sul vecchio mulino! L’acqua e il fango saranno una costante perchè il Barro è molto ricco di sorgenti.

Finita la Bisa-Bosa tratto in piano prima su sterrato e poi su asfalto fino al punto di partenza.

Un giorno passato in modo diverso, ma soprattutto, dove ho conosciuto nuovi amici simpatici e divertenti. L'anno continua nel migliore dei modi.

GRAZIE DEL COMMENTO E DELLE FOTO

il consiglio Direttivo



Inserito/modificato dall'utente: Sottosez. Grignasco






Fotografie della gita

 






 

 

Tutte le foto sono (C) dei rispettivi autori e non possono essere riprodotte o utilizzate diversamente senza consenso. Le foto rappresentano luoghi visitati o eventi pubblici organizzati e sono inserite unicamente a scopo culturale e divulgativo delle iniziative.




<< Torna indietro

> vai al calendario gite CAI Varallo


In questa pagina trovate indicazioni generali sulla gita, trekking o escursione: i programmi dettagliati verranno esposti di volta in volta nelle bacheche della Sezione/Sottosezioni e pubblicati di norma sui settimanali locali. Informatevi presso la sede o le sottosezioni CAI per informazioni.


I programmi e le date delle gite e trekking potranno essere modificati per motivi organizzativi o di forza maggiore. Informatevi sempre per la prenotazione, l'iscrizione e i dettagli della gita.
Dai singoli programmi di gite e trekking saranno rilevabili le caratteristiche dell'itinerario, con particolare riguardo a quelli che richiedono dai partecipanti una certa preparazione alpinistica e buon allenamento. Alcuni itinerari possono richiedere una specifica preparazione e conoscenza delle tecniche alpinistiche. I partecipanti iscrivendosi alle gite sociali accettano i rischi impliciti nella pratica della montagna e danno pertanto il più ampio discarico di responsabilità al C.A.I. per infortuni che avessero a verificarsi durante la gita.

CAI Valsesia Monte Rosa programma gita escursione trekking


CAI