Commissione Punti d'Appoggio


Commissione Punti d' Appoggio



Alba nella valle di Rimella

Presidente:
Marco Salina
E-mail: webmaster

Potete consultare le schede dei nostri punti di appoggio nella sezione RIFUGI del sito.

SI AVVISANO GLI ESCURSIONISTI DIRETTI AL PUNTO D'APPOGGIO DELL'ALPE CAMPO, IN VALLE ARTOGNA, CHE LA STRUTTURA E' AGIBILE.
Link: http://www.caivarallo.it/rifugi_cai_varallo/rifugi-cai-piemonte-valsesia.php

Prossime escursioni organizzate da questa Commissione:

nessuna attività trovata

  Visualizza tutte le escursioni



I “punti d’appoggio” del CAI Varallo costituiscono una realizzazione originale della Sezione, avviata nel 1974 e sviluppata via via nel tempo fino ad oggi. L’originalità dell’iniziativa consiste nell’utilizzare baite d’alpeggio abbandonate per farne dei ricoveri temporanei, permanentemente aperti, a servizio degli escursionisti. E ciò con lo scopo di agevolare la conoscenza della montagna valsesiana in zone di particolare bellezza, non servite da rifugi e su percorsi di una certa lunghezza, contribuendo nello stesso tempo a “salvare” alcune delle strutture tipiche dell’alpe, non più abitate dagli alpigiani per le note trasformazioni intervenute nella vita pastorale. Il “punto d’appoggio” viene infatti mantenuto nella sua struttura originaria, limitando gli interventi alla manutenzione ordinaria e straordinaria ed all’allestimento interno di una dotazione essenziale di arredi e di letti a castello (12/14 posti-letto). Il focolare della baita è integrato da una stufetta “a due buchi” (quali ancora presenti in certe case valsesiane) e la provvista della legna viene affidata allo stesso escursionista con cartelli d’invito lungo il percorso. Tale conformazione dei “punti d’appoggio” del CAI Varallo ha dimostrato finora, in linea generale, di essere apprezzata dall’escursionista che, accanto all’indubbia utilità per un pernottamento o un ricovero d’emergenza (maltempo, incidenti...) , in essa può ritrovare lo spirito autentico della vita sull’Alpe, che affonda le sue radici in quella concezione romantica dell’alpinismo di cui si erano nutriti i pionieri sette-ottocenteschi.


I “punti d’appoggio” attualmente aperti in Valsesia sono sei, distribuiti in misura diversa nelle tre valli superiori – Valgrande, Val Sermenza, Val Mastallone – con particolare riguardo alle loro ramificazioni laterali che si spingono fino ai confini con la Valle d’Aosta, la Val d’Ossola ed il Biellese.

Punti d'appoggio:


Alpe Campo - Valle Artogna m 1890
Alpe Cavaione - Val Cavaione m 1631
Alpe Helo - Val Landwasser m 1744
Alpe Salei - Val Gronda m 1707
Alpe Sella Alta del Sajunché m 2047
Alpe Toso - Val Sorba m 1649



Pagina aggiornata il 18-07-2016
I dati di questa pagina sono stati inseriti e/o modificati dall'utente: Sezione Varallo


Fotografie 2016




CAI