Resoconti gite alpinismo giovanile - leggi:


Stai visualizzando il resoconto selezionato.  < Torna indietro


il Grim con gli amici di Bizzarone



Scritto da: GRIM Varallo, pubblicato il: 28-09-2017

Relativo alla gita: MONTE CROCIONE E TORRE DEL BARADELLO del 12-03-2017  

 

Alzarsi la mattina presto di buon’ora anche la domenica, è un sacrificio per tutti. Ma se si vuole fare un’escursione “fuori porta” e scoprire posti nuovi è quanto meno indispensabile.
Un piccolo sacrificio che viene subito ripagato, specie quando si ha il favore di una bella giornata e di un percorso panoramico come quello dove si è svolta l’escursione del Grim, in collaborazione con il gruppo Esplorando del Cai di Bizzarone (CO), domenica 12 marzo.
Infatti i due gruppi, che festeggiano quest’anno il decimo anniversario di questo gemellaggio Cai, hanno percorso un sentiero eccezionalmente panoramico nel Parco della Spina verde. Una novantina, di cui cinquantotto valsesiani, tra ragazzi e adulti, sono partiti da San Fermo della Battaglia diretti al Monte Croce 536 m. Durante l’ascensione si sono fermati in ammirazione sulle stupende balconate naturali che si affacciano sulla città di Como con il suo omonimo lago. I primi fiori colorati della primavera sono stati la miglior cornice di queste soste.
Di seguito e sempre percorrendo una serie di balconate panoramiche, caratteristica principale di questo percorso, il gruppo ha raggiunto la Torre del Baradello, altro luogo d’ampia visuale e soprattutto attrezzato per ospitare i grimmini affamati dopo circa tre ore di escursione.
Proprio da queste balconate gli amici comaschi hanno illustrato le peculiarità storiche, geografiche e artistiche della città di Como, con dovizia di particolari ma soprattutto con gran simpatia. A fare da Cicerone il bravo Giuseppe Ciapessoni con l’aiuto del presidente del Cai locale, Sergio Sassi.
Sempre dalle balconate abbiamo ricordato le belle escursioni fatte insieme in questi dieci anni: come la prima nel 2007 sul monte Bisbino, proprio di fronte a noi e dove in rifugio la sera si cantavano le canzoni di Van De Sfroos. O quella del più lontano ma ben visibile monte Generoso, con Anna Defabiani, quando battezzammo la Joelette con un’uscita “extracomunitaria” in Svizzera al confine con il comasco.
L’improvvisato prestigiatore comasco, Costantino Morreale, ha concluso tra lo stupore dei ragazzi la sosta e il pranzo al sacco del Baradello. Il rientro è avvenuto su un percorso alternativo più agevole, anche se meno panoramico, ma comunque interessante per i diversi siti didattici d’interesse storico e archeologico che hanno rapito i giovani partecipanti.
Il gruppone ha poi proseguito, in pullman, verso la sede Cai di Bizzarone, dove gli amici comaschi ci hanno ospitato per una gradita merenda. E’ stata anche l’occasione, con un breve discorso ufficiale, per ricordare questa bella esperienza decennale e i suoi principali sostenitori. Ovvero il sindaco di Civiasco Carlo Cerli, accompagnatore grimmino originario di Como, che ha proposto e avviato il gemellaggio. Ma anche il presidente del Cai Bizzarone Sassi che l’ha sostenuto, Antonello Capelli con Giuliana Cavadini e Rosi Friggi che operativamente hanno tenuto i rapporti con gli accompagnatori grimmini. Si è voluto anche sottolineare, che al di là dell’aspetto formale di questa esperienza tra i nostri gruppi, sono nate e cresciute delle belle amicizie a livello personale. Amicizie che hanno coinvolto i responsabili del gruppo comasco e di quello varallese, nonché gli stessi giovani delle due realtà e che hanno originato una serie di iniziative escursionistiche e alpinistiche in montagna non solo nei paesi di origine, ma in tutta Italia e addirittura all’estero.
L’augurio quindi è quello di festeggiare anche il prossimo decennio insieme, con lo stesso entusiasmo e rinnovata amicizia.
Uccio




Inserito il 2017-09-28 16:01:25
Questo testo è stato pubblicato dall'utente: GRIM Varallo


> vai alla scheda di questa gita

< Torna indietro

< Torna all'elenco dei resoconti gite

CAI